Next Generation Access Network

Next Generation Access Network

La rete di accesso sta cambiando, le attuali tecnologie adsl2 non permettono un allineamento maggiore di 24 mbit e la rete di accesso in rame inizia a richiedere forti investimenti per manutenzione ammodernamento.

Il doppino ha poi i suoi limiti e non può essere una soluzione, soprattutto in configurazione linea primaria, secondario e cablaggio verticale, che non potrà durare a lungo se vogliamo un incremento di performance.

La NGAN (Next Generation Access Network) è una rete di accesso di ultima generazione in grado di erogare servizi innovativi e soprattutto a velocità maggiore rispetto all’attuale rete.

L’architettura di accesso della NGAN prevede soluzioni diverse a seconda del punto di terminazione della fibra ottica nella rete di distribuzione e accesso.

Le tipologie sono:

FTTX

  • FTTCab  o FTTC (Fiber to the Cabinet) – terminazione della fibra ottica all’interno del ripartilinea stradale. 
  • FTTB (Fibert to the Building) – terminazione della fibra ottica presso l’edificio dell’utente (al bosch).
  • FTTH (Fibert to the Home) – terminazione della fibra a casa dell’utente – tutto il circuito è in fibra.

Anche se alcuni operatori affermano che non esiste una implementazione in assoluto ottimale, è certo che minore sia la distanza tra la terminazione della fibra ottica e il cliente e maggiore saranno le performance della linea dati; in altre parole l’ottimo lo si può ottenere delle soluzioni che prevedono l’utilizzo dell’architettura FTTH.

La parte di  rete di distribuzione in fibra ottica prende il nome di ODN (Optical Distribution Network).

La FTTCab  è attualmente usata in quasi tutte le città (Milano esclusa poichè, grazie all’abbondanza di fibra, la rete di distribuzione è FTTH) per connettere l’utente alla nuova rete di accesso. Questa soluzione, che non so per quale motivo Fastweb chiama FTTS (Fiber to the Street), prevede l’utilizzo del rame della rete secondaria per connettere l’ ONU (l’apparato di terminazione della fibra ottica presente nel ripartilinee) al CPE del cliente via tecnologia VDSL.

 

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.